L’Italia dice addio a mascherine e “pass”  – Cronaca

La curva dei contagi da Covid torna a risalire, gli esperti – anche a Salerno – tengono alta l’attenzione ma, intanto, il Governo vara la “road map” per il ritorno alla normalità. Il Consiglio dei Ministri, infatti, ieri ha approvato all’unanimità il nuovo Decreto riaperture che contiene i provvedimenti che saranno attuati di qui alle prossime settimane per allentare le misure anti-contagio. Ma il virus, in ogni caso, continua a preoccupare come emerso anche nel punto sulla situazione organizzato dall’Ordine dei Medici di Salerno.
Il nuovo Decreto. Le decisioni del Governo vanno verso un completo ritorno alla normalità. Nel decreto, infatti, resta, almeno fino al 30 aprile l’obbligo di indossare mascherine di tipo Ffp2 nei luoghi al chiuso. L’obbligo vale anche per l’accesso ai mezzi di trasporto pubblico; per gli spettacoli aperti al pubblico che si svolgono in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali assimilati, nonchè per gli eventi e le competizioni sportivi; per le sale da ballo, discoteche e locali assimilati, al chiuso; ed in tutti i luoghi al chiuso con esclusione delle abitazioni private. Obbligo che varrà anche per la scuola dove, dal primo aprile, potranno ripartire le gite scolastiche. E, proprio a proposito di istruzione, l’obbligo vaccinale resterà in vigore fino al prossimo 15 giugno per tutto il personale dei servizi educativi ma anche per il personale delle forze dell’ordine e del soccorso pubblico. Il Decreto prevede poi che obbligo di vaccinazione resti in vigore fino al prossimo 31 dicembre per il personale del comparto sanitario.
“Green pass” verso l’archiviazione. Si va verso un ridimensionamento graduale della certificazione verde. Dopo il 30 aprile non servirà più il green pass base (ottenibile com vaccinazione anti Covid, guarigione o test negativo) per l’accesso a mense e catering, concorsi pubblici, corsi di formazione pubblici e privati, colloqui con i detenuti in carcere, partecipazione del pubblico agli eventi e alle competizioni sportive che si svolgono all’aperto. Basterà il green pass base anche per accedere ad aerei, navi, traghetti e treni. Non ci vorrà più alcuna certificazione sia per i mezzi di trasporto pubblico che per accedere alle attività dei servizi alla persona come estetisti e parrucchieri ma anche banche e poste. Dal 30 aprile, stop al green pass base anche per il personale della Pubblica amministrazione per accedere ai luoghi di lavoro. Cesserà di essere necessario, sempre dal 30 aprile, il super green pass per il consumo all’interno di bar e ristoranti, per l’accesso a piscine e palestre, convegni e congressi, centri culturali, centri sociali e ricreativi, feste, sale gioco, scommesse e bingo, discoteche e sale da ballo, ingresso agli stadi e palazzetti. Fino al 31 dicembre, invece, sarà necessario il green pass rafforzato per l’accesso ad hospice, Rsa e l’accesso dei visitatori ai reparti di degenza delle strutture ospedaliere.
L’attenzione alta degli esperti. Ieri, intanto, l’evoluzione della situazione epidemiologica è stata al centro dell’incontro tenuto presso la sede dell’Ordine dei Medici voluto dal presidente Giovanni D’Angelo. Alla presenza anche del responsabile dell’emergenza Covid dell’Asl, Arcangelo Saggese Tozzi, è stato sottolineato come la macchina organizzativa del Salernitano approntata dalle autorità garantirà ogni assistenza anche dopo lo stop dello stato d’emergenza con la conferma di Usca e centri vaccinali nelle aree più grandi e popolose ma anche nelle macroaree dei centri più piccoli. Non preoccupa neanche l’emergenza dei rifugiati: pochi i positivi finora arrivati nel Salernitano, l’Ordine intanto nei prossimi giorni invierà i medicinali raccolti grazie a una raccolta benefica. (al.mo.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA




Source link

Acerca coronadmin

Comprobar también

Los crímenes de odio contra los asiáticos aumentaron un 177% en California en 2021

La cantidad de delitos de odio en California aumentó por tercer año consecutivo en 2021 …

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.