Energia: in 20 anni il consumo in Alto Adige è aumentato del 26% (e la produzione del 31) – Cronaca

BOLZANO. Più energia prodotta e ancora di più energia consumata. Un primo bilancio energetico della provincia di Bolzano potrebbe essere questo ma l’Istituto provinciale di statistica – Astat ha pubblicato tutti i dati sulla produzione e i consumi di energia elettrica in Alto Adige.

In vent’anni la produzione lorda di energia elettrica in provincia di Bolzano nel 2020 è aumentata del 31,3% a 8.177,0 GWh, il consumo del 26,3% a 2.922 GWh. Colonna portante è l’energia idroelettrica, che nel 2020 rappresentava l’89,9% (7.349 GWh) dell’energia elettrica prodotta.

Nel 2020 sono stati prodotti 8.177 GWh di energia elettrica e ne sono stati consumati 2.922 GWh.

Nel 2000 le cifre ammontavano rispettivamente a 6.226 GWh e 2.370 GWh.

«Con il Green Deal del 14 gennaio 2021 – spiega l’Astat – l’Unione europea si è posta l’obiettivo di raggiungere la neutralità climatica entro il 2050. Tale obiettivo è entrato in vigore con la legge europea sul clima nel luglio 2021: gli Stati membri non solo dovranno ridurre la propria domanda energetica, ma dovranno necessariamente consumare meno e meglio.

Per valorizzare tutti gli interventi e tutte le tecnologie e attività che mirano a ottimizzare e ridurre i consumi di energia, è importante capire, come e quanta energia si produce e si consuma. L’Istituto provinciale di statistica intende fare un primo passo in questa direzione e pubblica i dati sulla produzione e i consumi di energia elettrica in Alto Adige. L’energia elettrica prodotta in Alto Adige alimenta la rete elettrica nazionale ed è conteggiata in entrata. L’energia elettrica consumata in Alto Adige viene rilevata direttamente dai contatori da Terna Spa (Trasmissione Elettricità Rete Nazionale), che gestisce la rete di trasmissione nazionale ad alta tensione. 

Nel 2020 la provincia di Bolzano produceva il 2,9% dell’energia elettrica lorda nazionale; inferiore invece la quota della provincia di Trento (1,9%).

Con il tempo sono subentrate fonti alternative a quella idroelettrica per produrre energia elettrica quali: quella termoelettrica che è aumentata in vent’anni da 24,9 GWh nel 2000 a 555,8 GWh nel 2020 e quella fotovoltaica da 0,02 GWh nel 2006 a 272,4 GWh nel 2020. La produzione di energia eolica, introdotta in provincia di Bolzano nel 2004, ha raggiunto il proprio valore massimo nel 2008 (4,2 GWh), ma poi è andata scemando e nel 2020 ammontava a soli 0,05 GWh.

La provincia di Bolzano produce complessivamente più energia elettrica lorda della provincia di Trento. In particolare, l’eccedenza media tra il 2000 e il 2020 è stata di 1.553,8 GWh.

Per quanto riguarda il consumo lordo di energia elettrica in Alto Adige nei diversi ambiti di utilizzo, il suo andamento si è rilevato molto eterogeneo nell’intervallo di tempo tra il 2000 e il 2020: nel complesso è aumentato del 26,3%, passando da 2.370 GWh a 2.922 GWh.

L’agricoltura ha registrato un aumento di consumo di energia elettrica del 21,9% che è salito da 144 GWh a 176 GWh. La tendenza positiva è stata comunque continua e senza fluttuazioni degne di nota.

L’industria ha fatto uso di 931 GWh di energia elettrica nel 2000 e di 980 GWh nel 2020, registrando il minor aumento in termini percentuali (5,3%). Tuttavia, il consumo di elettricità è stato molto irregolare con un brusco calo nel 2012 (821 GWh), dovuto alla recessione economica.

Nel settore dei servizi l’aumento percentuale del consumo di elettricità è stato del 55,0% ed è salito da 832 GWh a 1.290 GWh nel periodo 2000-2020. Anche in questo settore l’andamento del consumo non è stato affatto continuo: nel 2011 esso ha raggiunto un picco assoluto di 1.529 GWh, poi è sceso nuovamente a 1.281 GWh e a 1.276 GWh nei due anni successivi.

La pesante recessione dell’economia italiana causata dalla pandemia, e di riflesso altoatesina, dovuta ai lockdown produttivi e commerciali provocati dalla pandemia di Covid-19, ha determinato anche un conseguente e più che prevedibile crollo dei consumi di energia elettrica. In provincia di Bolzano, tuttavia, essi sono stati abbastanza contenuti (-6,1% fra il 2019 ed il 2020)”.

La pubblicazione by Mara Deimichei on Scribd




Source link

Acerca coronadmin

Comprobar también

La curva supera quota mille, positivo il sindaco di Vietri – Cronaca

Di nuovo sopra quota mille casi accertati in sole ventiquattr’ore. La “fiammata estiva” del Covid …

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.