Musica: Napoli abbraccia D’Alessio & Friends – Cultura & Spettacoli

Una festa dell’amicizia, della melodia e dell’orgoglio napoletano: ‘Uno come te’, lo show di Rai1 in diretta da piazza del Plebiscito a Napoli per celebrare i 30 anni di carriera di Gigi D’Alessio, è un trionfo di abbracci, striscioni e telefonini al cielo. Le immagini aeree riprese dal drone regalano un colpo d’occhio che sembra cancellare in un istante il ricordo della pandemia riportando ai tempi pre Covid.
    Mentre vola su Twitter l’hashtag #GigiUnoComeTe, primo dei trend, lo show offre siparietti divertenti anche nei break pubblicitari e dietro le quinte, dove avviene nel camerino di Amadeus la reunion con Fiorello e i sanremesi ‘Amarello’ regalano sorrisi.
    «Napoli è la mamma. Abbiamo gioito insieme e sofferto insieme», dice sul palco Gigi che in questi giorni ha ringraziato più volte il suo pubblico per averlo difeso dai pregiudizi. Il cuore di Napoli batte anche per gli illustri partenopei omaggiati: Renato Carosone, Eduardo De Filippo, Mario Merola, Totò e il bolognese Lucio Dalla, patrimonio adottivo della cultura napoletana. Un ricordo speciale è per Pino Daniele.

Gigi D’Alessio, piazza Plebiscito caput mundi: il backstage dello show di Rai 1




   

Se Fiorello ricorda gli esordi di Gigi, ospite del suo primo varietà ‘Stasera pago io’, con il successo sanremese ‘Non dirgli mai’ (proposto qui dal cantautore in una emozionante clip dal teatro San Carlo), con Amadeus che balla scatenato, il padrone di casa gioca in un ping pong di hit degli anni ’90, tra melodia e musica dance, con il dj Massimo Alberti alla consolle. «Non potevo dirgli di no. Siamo come fratelli», dice Fiorello, abbronzatissimo. «È il sole di Napoli: arrivi Ed Sheeran ed esci Koulibaly», scherza l’ex re del karaoke con il pubblico di Piazza del Plebiscito, a lui caro dai tempo del Festivalbar.
    Gigi e Fiorello cantano insieme Tu vuo’ fa l’americano, Torero, o’Sarracino e poi Como suena el corazon, ma con un mash-up in chiave Pink Floyd.
    Il primo applauso è però per Eros Ramazzotti, ospite di apertura che duetta su ‘Quanti amori’ di Gigi. Se Fiorella Mannoia incanta con la sua voce e il suo omaggio a Napoli, Vanessa Incontrada diverte mentre il pubblico più giovane si scatena con Alessandra Amoroso e Achille Lauro.
    «Con tanto orgoglio posso dire ‘sono il padre di Luca»», dice D’Alessio nel momento più intenso dello show, dopo il duetto su ‘Quello che fa male’ con il suo terzo di cinque figli, lanciato da Amici con il nome d’arte LDA. Mara Venier mette a confronto in un emozionante faccia a faccia il genitore e Luca. Ad applaudire i tanti ospiti anche non musicali, da Alessandro Siani e Vincenzo Salemme, anche la seconda moglie di Pino Daniele, Fabiola Sciabbarrasi, e Lorenzo Insigne, commosso in prima fila per l’abbraccio di piazza del Plebiscito. Ad Andrea Delogu, Stefano De Martino, Maurizio Casagrande, Francesco Merola, Luchè, Rosario Miraggio e i rappresentanti della scena urban napoletana il compito di accompagnare il pubblico partenopeo in delirio fino a notte inoltrata.
    Gran finale con ‘Napule è’: omaggio a Pino Daniele, definito ‘il più grande di tutti’, con una foto dei due artisti sul maxi schermo e il cielo illuminato da spettacolari fuochi d’artificio. 




Source link

Acerca coronadmin

Comprobar también

PM leads tributes to ‘inspiration’ after she dies of bowel cancer aged 40

In a statement on Tuesday night, her family said: «We are deeply saddened to announce …

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.