Arco coppa del Mondo, azzurri no stop: dopo gli Europei c’è Parigi. Torna Frangilli


Le frecce azzurre tornano in trasferta per la terza tappa internazionale. Sono 16 in totale i convocati. Confermata la campionessa paralimpica Elisabetta Mijno

Non sarà facile ma ci proveranno. Nelle quattro trasferte internazionali affrontate finora della stagione estiva gli arcieri azzurri sono sempre saliti sul podio giocandosi sempre più di una finale. Parliamo del grand prix europeo, delle tappe di coppa del mondo di Antalya e Gwangju e, la scorsa settimana, dell’Europeo di Monaco che ha portato in dote un oro, un argento, un bronzo e un quarto posto. L’obiettivo è quello di seguire questa scia, confermarsi ai vertici anche nei prossimi impegni. Il più imminente è la terza tappa di coppa, in programma a Parigi dal 20 al 27 giugno. Saranno 16 in totale gli azzurri convocati, con la squadra maschile che dopo due argenti di fila ottenuti nelle prime due fasi del circuito di world cup, proverà a guadagnare altri punti per il ranking mondiale, utile anche in vista delle qualificazioni olimpiche.

Torna Frangilli

—  

Rispetto alle convocazioni degli Europei, il direttore tecnico Giorgio Botto ha chiamato quattro atleti per l’olimpico maschile e quattro per il femminile; stesso discorso da parte del dt del compound Flavio Valesella. Da sottolineare la conferma nel ricurvo della campionessa paralimpica Elisabetta Mijno, che vestirà per la seconda volta consecutiva la maglia della nazionale «normo» e il ritorno in una trasferta internazionale dell’olimpionico Michele Frangilli, eroe di Londra 2012, autore del 10 decisivo all’ultima freccia che fece passare alla storia il successo italiano al Lord’s Cricket Ground.

I convocati

—  

Nel ricurvo, oltre a Frangilli, tornano in campo i tre azzurri che hanno appena conquistato il titolo europeo a squadre: Mauro Nespoli (Aeronautica Militare), Federico Musolesi (Aeronautica Militare) e Alessandro Paoli (Fiamme Azzurre). Anche nell’arco olimpico femminile confermato il terzetto di Monaco di Baviera: Tatiana Andreoli (Fiamme Oro), Lucilla Boari (Fiamme Oro) ed Elisabetta Mijno (Fiamme Azzurre), con la titolare di Tokyo 2020 Chiara Rebagliati (Fiamme Oro) a completare la formazione. Numerosi invece i cambi nelle selezioni compound: al maschile sono stati convocati Marco Bruno (Arcieri Iuvenilia), Leonardo Costantino (Arcieri Delle Alpi), Elia Fregnan (Arcieri Del Torrazzo) e Sergio Pagni (Arcieri Città di Pescia). Nel femminile ritrovano la maglia azzurra Anastasia Anastasio (Marina Militare) dopo la gravidanza e la junior Elisa Bazzichetto (Arcieri del Torresin), mentre sono state confermate Elisa Roner (Kosmos Rovereto) e Marcella Tonioli (Arcieri Montalcino) che hanno vinto l’argento a squadre agli Europei lo scorso fine settimana insieme a Sara Ret. A causa di un calendario internazionale fittissimo, che ancora paga i ritardi e i rinvii dovuti al covid-19, sarà una trasferta particolare quella in terra francese, considerando che una parte della selezione degli olimpici partirà direttamente da Parigi per raggiungere Oran, in Algeria, dove si disputeranno i Giochi del Mediterraneo. Ma quella sarà già un’altra storia…


Source link

Acerca coronadmin

Comprobar también

Global hunger crisis pushing one child per minute, into severe malnutrition • The European Times News

Because of the global hunger crisis, every single minute, one child is pushed into life-threatening, …

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.